mercoledì 30 agosto 2017

Test DRIA per le intolleranze alimentari

Il test DRIA per le intolleranze alimentari

Nessuna qualità umana è più intollerabile
che l'intolleranza.
Giacomo Leopardi

Oggi si sente spesso parlare di intolleranze alimentari. Molte persone, che non sono riuscite a risolvere i propri problemi pur avendole provate tutte e che, dopo svariati esami medici, sono state rimandate a casa senza che sia stato diagnosticato loro alcunché, hanno trovato insperato beneficio limitando temporaneamente l’assunzione dei cibi verso cui si sono scoperte ipersensibili.

Mentre le allergie sono mediate da anticorpi e costituiscono vere e proprie patologie, così come patologie sono quelle pochissime intolleranze alimentari la cui esistenza è riconosciuta dal mondo medico convenzionale (lattosio, glutine), le cosiddette "intolleranze alimentari" di cui si parla in ambito non convenzionale sono invece da ricondurre a meccanismi diversi, quali ad esempio l'assunzione prolungata di determinati cibi, che provoca una sorta di fenomeno di accumulo (sovraccarico alimentare), aumentando la sensibilità individuale verso quelle stesse sostanze.

Scoprire da soli gli alimenti a cui si è ipersensibili non è mai semplice. Fortunatamente, ormai da qualche anno sono disponibili diverse metodiche strumentali. Una delle migliori, perché affidabile, indolore e dagli esiti immediati, è il Test DRIA, che lo Studio di Naturopatia ha scelto di utilizzare. Una volta individuate, le intolleranze in genere si riescono a risolvere con la corretta riduzione, per un certo periodo, del consumo dei cibi “incriminati”. I risultati sono spesso estremamente soddisfacenti e in grado di correggere problematiche tra le più disparate, quali sovrappeso inspiegabile, mal di testa, bruciori di stomaco, pancia gonfia e fastidi digestivi vari, problemi di pelle, stanchezza, ritenzione idrica, vulnerabilità eccessiva alle infezioni (raffreddore, otite, influenza, cistite, candidosi ecc.) e molto altro.

- torna a Le tecniche di naturopatia -
- torna a Consulti in studio -